I pesci dell'amarezza

I pesci dell'amarezza

Dati tecnici

  • Traduzione: Elisa Tramontin
  • Pagine: 224
  • ISBN: 9788883732140

Paesi Baschi: un lembo di terra stretto tra l'Atlantico e i Pirenei; qui vivono i personaggi di Fernando Aramburu, vittime inconsapevoli e forse innocenti del fanatismo politico e della violenza sociale che insanguina la loro terra.
Il suicidio di un vecchio accusato di collaborazionismo, l'indifferenza di una coppia infastidita dalle molotov lanciate contro la casa del vicino, la visita di una madre a suo figlio detenuto in un carcere di massima sicurezza, il racconto di un'altra madre decisa a raccontare la verità al proprio figlio sulle circostanze della morte del padre: Aramburu ci svela le ripercussioni più intime e familiari dell'odio e del dolore.
È difficile leggere le piccole storie, di un'ingannevole semplicità, de I pesci dell'amarezza e non commuoversi, non sentirsi scossi – a volte indignati – per la materia umana di cui sono composte, una materia estremamente dolorosa che solo un narratore eccezionale come Aramburu riesce a raccontare in modo credibile e veritiero.